I valori del Cilento

Questa mattina lascio il Cilento, l’aria è tiepida… sta arrivando la primavera. Questa terra è meravigliosa, ogni giorno scopro scorci nuovi e conosco nuove persone che sognano di riscattare questo paradiso, ma non hanno il coraggio di crederci davvero, troppo influenzati dal pessimismo e dalla rassegnazione. Provate a decidere come volete che sia questa terra meravigliosa tra 5… 10 anni, provate a percorrere la strada insieme a chi condivide il vostro obiettivo, gli altri resteranno indietro a raccontarsi che niente cambierà. Nulla è impossibile, nulla viene per caso, sono in tanti a credere in questa terra, ecco un illustre esempio:

Il Cilento è una terra riconosciuta come Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e dalla Rete delle Riserve della Biosfera. E’ nel Cilento che Ancel Keys ha basato i suoi studi per codificare scientificamente la Dieta Mediterranea, riconosciuta poi dall’UNESCO come patrimonio immateriale dell’umanità.

Nel 2011 agricoltori, cittadini, operatori turistici, associazioni e pubbliche amministrazioni hanno stretto un accordo per la gestione sostenibile di questo territorio dichiarandolo OGM free, effettuando acquisti verdi, avviando mense scolastiche bio, sensibilizzando la cittadinanza verso scelte alimentari responsabili, dando maggiore impulso alle produzioni biologiche.

Nasce così il Bio-Distretto Cilento. Localizzato nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano il Bio-Distretto Cilento include 32 comuni, 400 aziende Agricole Biologiche, 2300 ettari e tre siti archeologici e culturali.

Il Bio-distretto Cilento è stato promosso dall’AIAB Campania e i seguenti 32 comuni: Ascea, Auletta, Caggiano, Casal Velino, Castellabate, Castelnuovo Cilento, Castel San Lorenzo, Centola, Ceraso, Controne, Cuccaro Vetere, Gioi, Laurito, Morigerati, Monte San Giacomo, Novi Velia, Orria, Pisciotta, Pollica, Prignano Cilento, Rofrano, Rutino, Salento, San Pietro al Tanagro, Sanza, Sassano, Sessa Cilento, Sicignano degli Alburni, Stella Cilento, Stio, Torraca, Vallo della Lucania.

Le informazioni riguardanti il Cilento sono prese dal sito http://www.biodistretto.net/index.php/risultati-del-bio-distretto-del-cilento

 

 

The values of the Cilento
This morning I’m leaveing the Cilento, the air is warm … spring is coming. This land is wonderful, every day I discover new views and meet new people who dream of redeeming this paradise, but they don’t dare to believe it, too influenced by pessimism and resignation. Try to decide how you want this wonderful land to be in 5 … 10 years, try to walk the road together with those who share your goal, others will stay behind thinking that anything will change. Nothing is impossible, nothing is by chance, too many people believe in this world, here is a famous example:

The Cilento is recognized as a World Heritage Site by UNESCO and by the Network of Biosphere Reserves. It was in the Cilento that Ancel Keys conducted his studies on the Mediterranean diet, which was later recognized by UNESCO as an intangible heritage of humanity. In this land, farmers, citizens and public administrators have formed a pact for the sustainable management of local resources where they guarantee that their pro­duce is typical of the area, organic and GMO free, in accordance with the ethical and social principles on which organic agriculture is based.

The Cilento Bio-district includes 32 municipalities: As­cea, Auletta, Caggiano, Casal Velino, Castellabate, Cas­telnuovo Cilento, Castel San Lorenzo, Centola, Ceraso, Controne, Cuccaro Vetere, Gioi, Laurito, Morigerati, Monte San Giacomo, Novi Velia, Orria, Pisciotta, Pollica, Prignano Cilento, Rofrano, Rutino, Salento, San Pietro al Tanagro, Sanza, Sassano, Sessa Cilento, Sicignano degli Alburni, Stella Cilento, Stio, Torraca, Vallo della Lucania.

All the informations regarding the Cilento are taken from http://www.biodistretto.net/index.php/risultati-del-bio-distretto-del-cilento